Valutazione di personalità

Valutazione di personalità

Condizione necessaria per la valutazione della personalità di un individuo è quella di acquisire la capacità di immergersi nel suo mondo interiore.
In psicologia tale valutazione, oltre che su doti innate o acquisite tramite esperienza e formazione specifica, si fonda sull’impiego di strumenti psicometrici che consentono di attribuire dei punteggi numerici e pertanto l’impiego di un linguaggio standardizzato e comprensibile dagli specialisti.  
L’Assessment prevede almeno 4 colloqui clinici psicologici nel corso dei quali è prevista, a seconda dei casi, della fascia di età del soggetto, del suo attuale stato emotivo, la somministrazione di alcuni tra i test sotto- menzionati:
MMPI- 2:   ( 567 items)
Attraverso lo scoring dei punteggi ottenuti e la successiva elevazione delle scale, con conversione in punteggi T, sarà possibile ottenere un profilo di personalità del soggetto comprensivo dei descrittori delle scale cliniche,sottoscale cliniche di Harris e Lingoes, di contenuto e supplementari. Di largo impiego nella selezione del personale militare.

SWAP- 200:  ( Shedler- Westen Assessment Procedure)
Il test consente di ricavare un’immagine dei desideri e delle paure del soggetto, delle risorse psicologiche possedute, della capacità di stabilire relazioni con il mondo esterno al sé dell’individuo. Attraverso i punteggi delle scale Q- t e PD- t è possibile ricavare un indice complessivo di salute della personalità  (PHI) del soggetto, identificando dei parametri specifici, quantificati in punti percentili:
Esame di realtà e processi di pensiero
Regolazione affettiva
Operazioni difensive
Integrazione dell’identità
Relazioni Oggettuali
Tale test è particolarmente utile per stabilire i punti di forza e di debolezza del soggetto in fase preliminare, consente la definizione congiunta e condivisa col paziente,  di un percorso psicoterapeutico di presa in carico, definendo obiettivi a lungo- medio e breve termine.

Test proiettivi: di largo utilizzo per la comprensione della personalità di bambini e adolescenti, si fondano sul presupposto che attraverso il disegno il paziente possa “proiettare” nella sua rappresentazione grafica, elementi del suo mondo interiore e della sua percezione della realtà esterna:
Test della figura umana di Machover
Test della famiglia  di Corman
Test dell’albero di Koch
Test di Appercezione tematica di Murray


Scale etero- somministrate di  valutazione dei livelli di ansia e depressione
Hamilton Anxiety Scale (HAM-A): è una scala di valutazione sviluppata per misurare la gravità dei sintomi di ansia, psichica e somatica.
Hamilton Rating Scale for Depression (HAM-D):  è una scala di valutazione sviluppata per misurare la gravità dei sintomi di depressione.

Questionari di auto-somministrazione
Beck Depression Inventory II:  21 gruppi di affermazioni con una risposta a 4 punti su scala Likert,  periodo di riferimento: due settimane precedenti
Test disagio psichico (TDP): Il test  è in grado di fornire  indicazioni sulla natura del disagio della persona. Si compone di 7 subscale, di cui 6 esplorano le principali aree psicopatologiche, 1  il livello di autostima.
Test di resilienza: Il test si compone di 56 items,fornisce una misura del livello di resilienza del soggetto, dato dal rapporto tra dimensione disreattiva ( ansia, fobia, somatizzazione, depressione) e dimensione proattiva (autostima, autoefficacia percepita, intelligenza emotiva, response ability).

torna indietro

Date

21 Giugno 2017

Tags

psicodiagnostica